Risposta 01

Quando si deve costruire un edificio con strutture in cemento armato, cemento armato precompresso o acciaio o si devono effettuare interventi sulle strutture di edifici esistenti realizzate con questi materiali, è necessario effettuare il deposito del progetto strutturale presso gli uffici dell’ ex Genio Civile /Sportello unico , così come prescrive la Legge 5 Novembre 1971 n. 1086 “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica”.
Quindi, prima di iniziare la costruzione dell’opera, il costruttore deve presentare tale denuncia, contenente nomi e recapiti del Committente, del Progettista delle strutture, del Direttore dei Lavori e dello stesso Costruttore, oltre che l’indicazione del tipo di intervento da realizzare e del Comune in cui sarà ubicato.
In questo caso la normativa di riferimento è rappresentata dalla Legge 2 Febbraio 1974 n. 64 “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche” e dalle Norme Tecniche per le Costruzioni del 2008.

Poiché le singole Regioni possono legiferare in materia, è possibile che ciascuna di esse regolamenti, caso per caso, quando si può effettuare il deposito con procedura semplificata, se si tratta di interventi di limitata consistenza.

Il futuro sarà quello di utilizzare un procedimento di invio degli elaborati progettuali delle strutture attraverso dei moduli informatici. 

Nel momento in cui si andranno ad iniziare i lavori, dovrà essere segnalato al Comune, nell’ambito della comunicazione di inizio lavori, l’avvenuto deposito, citando il protocollo rilasciato dall’Ufficio.